Chi sono

Sono nata a Torino nel 1972. Non avevo la televisione, non avevo fratelli, non giocavo per strada: ho iniziato a leggere per noia. 

Per fortuna ho incontrato le storie di Astrid Lindgren e così ho smesso di annoiarmi. Vacanze all’isola dei gabbiani è ancora uno dei miei libri preferiti, insieme a Mary Poppins, Cion Cion Blu e il GGG, anche se Dahl l’ho scoperto molti anni dopo. 

In generale mi piacciono le storie senza tema e senza messaggio, storie potenti con personaggi potenti, che lasciano domande aperte e fanno venir voglia di fare avventure.

A diciannove anni sono andata a vivere a Bologna, dove mi sono laureata in Storia della lingua italiana. Per un po’ ho continuato a studiare, poi sono venuti gli anni di lavoro nella pubblicità, a Milano e a Roma. 

Intanto, però, avevo scritto la mia prima storia per ragazzi, Olimpia e le principesse (in cui non c’è neanche mezza principessa ma molte streghe, alcune delle quali motocicliste). L’ha pubblicata Feltrinelli, con cui ho poi fatto altri due libri. Ho iniziato così.

Sono passati più di vent’anni: Olimpia è stata ripubblicata da Lapis e io ho scritto molte altre storie. Racconto ancora di bambine, gatti, isole, nonne e viaggi – tutte cose che c’erano fin dall’inizio e a cui non riesco a rinunciare.

Da un po’ di tempo sono tornata a Torino, con una figlia e una gatta.

Come si vede da questo disegno (del mio amico e socio Simone Frasca) tendo a fare tante cose insieme: soprattutto scrivo storie, ma sono anche editor, traduttrice e formatrice – e dirigo Il Mignolo, che è una rivista che parla di libri.

Mi piacciono: le parole poche, il punto e virgola, i silenzi. 
Non mi piacciono: l’enfasi, i libri a tema, le rime facili.

---

Ultimi libri

Questi sono i romanzi, gli albi illustrati e i racconti che ho scritto.

Incontri, laboratori e formazione

Porto le mie storie nelle scuole, nelle librerie e nei festival di tutta Italia. Tengo corsi di scrittura e incontri di formazione sulla letteratura per ragazzi.